Aegagropila linnaei informazioni

Informazioni di base

Nome Scientifico: Aegagropila linnaei (Cladophora aegagropila)
Nome comune: marimo
Tipo: Pianta d'acqua dolce
Famiglia: Cladophorales
Origine: europa, asia
Temperatura: 16 - 27 C
pH: 7 - 7.5
gH: 12 - 16
Crescita: Lenta
Illuminazione: Da bassa a media

Descrizione

Nota: la Aegagropila linnaei non è in realtà una pianta, ma un'alga. Viene censita qui perché viene utilizzata spesso come decorazione come se fosse una pianta.

Il suo habitat naturale è costituito da laghi, dove grazie al costante movimento delle onde assume la forma di una sfera che, muovendosi in tutte le direzioni, può ricevere uniformemente i raggi del sole.
Predilige acque alcaline e pulite, ricche però di sostanze nutritive di origine organica.

Essendo molto adattabile alle varie condizioni di luce e temperatura, risulta di facile coltivazione in acquario, occorre però girarla regolarmente se si vuole che mantenga la sua classica forma sferica.

Preferisce comunque temperature non superiori a 24°C. e illuminazione scarsa.
La crescita è lentissima (si parla di 5 o al massimo 10 millimetri all'anno) e in acquario si osserva solo con condizioni particolarmente favorevoli.

Può capitare che sulla sua superficie si accumuli dello sporco. In questo caso, se non ci sono organismi che possono tenerla pulita (ad es. Caridina), è possibile sciacquarla prelevando un po' d'acqua dell'acquario.

Può essere coltivata anche in acquario salmastro, con una salinità massima del 5-6‰.

La propagazione vegetativa della Cladophora può essere effettuata dividendo le palline in pezzi più piccoli, che diventano sferici con il tempo, tenendo sempre conto comunque del tasso di crescita molto lento.

Oltre che come palline, l'Aegagropila può essere anche coltivata attaccata a pietre o legni, dove può formare un folto tappeto.

Immagini




FTL ID: 679 Ultimo aggiornamento: 2014-01-30 12:29:49


Segnala un errore su questa scheda